Vuoi una Vita senza Libertà?

Vuoi una Vita senza Libertà?
Vuoi una Vita senza Libertà?

 

  • Credere che l’uomo possa “combattere” un virus sostituendosi al compito di Madre Natura implica una totale mancanza di sacralità nei confronti della Terra, che è un Essere vivente dotato di un intelligenza e l’uomo non può permettersi di prevaricarlo.

  • La credenza indotta che ci porta ad accettare l’idea che ci sia un “nemico invisibile da combattere” ci induce ad essere noi stessi dei virus per Madre Terra.

  • Come possiamo pensare che non sia solo e unicamente compito del Creatore decidere se il virus sia un nemico oppure no?

  • Non siamo noi, stolti esseri umani, incapaci di interpretare la realtà se non nella dualità, a decidere se il Covid-19 sia un bene o un male.

  • Il materialismo spirituale, l’ateismo dominante nella civiltà occidentale, la superbia degli scienziati e la sete di potere dei governanti creano un ombra che acceca il nostro discernimento.

  • La mera credenza che siamo solo delle bistecche ambulanti, governate dagli ormoni che si ingabbiano tristemente nelle loro case, è il risultato dell’idea dominante che l’essere umano abbia solo una natura biologica  e che ritiene la vita sia solo quella del corpo fisico.

  • Gli antichi sapevano bene che il corpo non è solo quello fisico, ma che la sua natura biologica comprende anche un corpo emotivo e un corpo mentale.

  • Vivere gli affetti, i rapporti umani e respirare l’aria aperta sono la base della salute emotiva e mentale. Il dissolvimento sociale, la paura indotta e l’impossibilità di creare nuovi rapporti umani generano un danno psicologico collettivo che si riflette poi sul corpo fisico sempre meno capace di autodifendersi dalle malattie.

  • Il nostro atteggiamento così passivo alla prepotenza dello strapotere autoleggittimato del “Nuovo ordine terapeutico” che utilizza la forza persuasiva dei mass media da essi stessi dominati, ci rende così creduloni da poter pensare che “assieme vinceremo il virus”.

  • Il nichilismo e il materialismo spirituale accecano la nostra natura animica che dovrebbe essere in comunione con tutti gli esseri viventi e la Terra che, suprema entità vivente, ancora una volta non stiamo rispettando

  • Lasciamo alla natura fare il suo mestiere e se lei vuole che il virus entri a far parte di noi, come tanti altri da quando l’uomo è apparso sulla Terra, così sia ..

  • Non crediamo a questa nuova religione che ci induce a credere di avere un nemico invisibile comune e che utilizza il covid-19 come alibi per ristrutturare la società imponendo un ordine dominante che si avvale sia dei governanti che dei loro finti oppositori entrambi funzionali al sistema globalistico.

  • Non crediamo all’arrivo del “Nuovo Messia il vaccino” presentato all’unisuono come il salvatore che si sostituisce a Dio e Madre Terra, osannato come tale e atteso dai più.

  • L’illusione di una sicurezza ci suggestiona a cedere quote di libertà alimentando la speranza che “andrà tutto bene”, ma l’esperimento sociale in atto non sarà a breve termine.

  • Madre Terra è un essere vivente e come tale allontana da sé ciò che per lei e nocivo. Non scateniamo la sua reazione, specialmente se chi ci induce a comportamenti non naturali non evoca mai il rispetto per essa.

  • Se l‘umanità continuerà ad obbedire passivamente rifugiandosi con ebete euforia nelle false sicurezze indotte per suggestione e paura dall’ordine dominante alla cui casta al vertice nulla importa della nostra salute, l’azione di rigetto di Madre Terra sarà inevitabile.

  • È necessario da parte degli esseri umani un ritorno alla connessione con Madre Terra; è indispensabile che ognuno risvegli dentro di sé la gratitudine per la Natura, il rispetto per la flora e per la fauna. È necessario che re-impariamo ad inchinarci e salutare il Sole ogni mattina come fanno gli animali.
    Dobbiamo ritornare ad apprezzare le manifestazioni della Natura, rieducandoci a rispettare i suoi cicli.”

    cit. http://www.paolodarolt.it/messaggio-dagli-angeli/

2 Comments

  • giuseppe 26 Novembre 2020 13:53

    bello il richiamo alla madre terra con conseguente necessità di maggior rispetto della natura; il ruolo dell’uomo è complementare all’azione di madre terra verso quella necessaria “evoluzione” che è compito principale ad essa assegnato. Ma non possiamo disconoscere che anche l’uomo è un collaboratore, un partecipante di questa azione e anche la ricerca di “un vaccino” può forse essere l’apporto necessario richiesto all’uomo.

  • Elena Brancaleone 30 Novembre 2020 18:04

    Grazie Paolo, ho letto tutto questo meraviglioso articolo.
    Speriamo, che ce la facciamo..
    Con riconoscenza.
    Ciao grazie

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *